Buone notizie per i pazienti portatori di protesi meccaniche!

Le protesi meccaniche sono oggi sempre meno adoperate a causa della necessità di impiego “a vita” della terapia anticoagulante che i pazienti, sempre più spesso, vogliono evitare.

Nell’attesa dell’entrata in commercio di un nuovo farmaco anticoagulante che non abbia bisogno di “prelievi ripetuti” per il suo controllo e che sia efficace anche in caso di protesi meccaniche cardiache, una buona notizia è arrivata per alcuni dei pazienti già operati e per quelli che verranno:

un nuovo modello valvolare aortico meccanico può essere oggi controllato con un dosaggio di anticoagulante ridotto, senza perdita della sicurezza e dell’efficacia.

Ovviamente questo non vale per tutti i pazienti e tutte le protesi, ma per molti pazienti, riducendo i rischi di emorragia del paziente.

Il consiglio per i pazienti è quello di rivolgersi al proprio cardiologo o cardiochirurgo per sapere se nel proprio caso specifico sia possibile la riduzione del dosaggio con un sicuro miglioramento della qualità della vita!